I tagliagola britannici dell'Isis catturati dai curdi prelevati dalle forze speciali Usa

El Shafee Elsheikh e Alexanda Amon Kotey, insieme ad altri estremisti britannici avevano creato la cellula 'The Beatles'. Erano i complici di Jihadi John. Ora c'è il rischio di fughe di massa

El Shafee Elsheikh e Alexanda Amon Kotey,

El Shafee Elsheikh e Alexanda Amon Kotey,

globalist 10 ottobre 2019

Erano i complici di jihadi John, il tagliagola dello Stato Islamico cittadino britannico. Lui faceva parte di un gruppo di feroci assassini.
Ora due di quei jihadisti britannici del sedicente Stato Islamico sono stati presi in custodia dall'esercito americano in Siria, dove si trovavano in un centro di detenzione.


Lo hanno riferito fonti ufficiali americane spiegando che i due miliziani, El Shafee Elsheikh e Alexanda Amon Kotey, insieme ad altri estremisti britannici avevano creato la cellula 'The Beatles'.
Sono accusati di aver sequestrato oltre venti ostaggi occidentali in Siria nel 2014 e nel 2015, torturando molti di loro. Inoltre sono ritenuti responsabili della decapitazione del giornalista americano James Foley, oltre che di un cittadino britannico e di un giapponese, operatori umanitari e di un gruppo di soldati siriani. Le loro decapitazioni sono state filmate e diffuse in video di propaganda dell'Isis.
Ovviamente questa operazione significa una cosa sola: che le migliaia di prigionieri dell’Isis catturati dai curdo-siriani potrebbero fuggire. Sarebbe l’ennesimo capolavoro di Erdogan e Trump.