La Lega salva la poltrona di Savoini: no alle dimissioni dal Corecom lombardo

Respinta la mozione del Pd per l'allontanamento dell'uomo registrato al Metropol di Mosca mentre chiedeva soldi per finanziare il Carroccio

Savoini e Salvini in Russia

Savoini e Salvini in Russia

globalist 17 settembre 2019
A proposito di poltrone, una poltrona salvata nonostante quello che è saltato fuori: il Consiglio regionale della Lombardia ha respinto con voto segreto la mozione del Pd che chiedeva le dimissioni da vicepresidente del Corecom di Gianluca Savoini, il leghista presidente dell'associazione Lombardia-Russia tra gli indagati nell'inchiesta sui presunti fondi russi alla Lega e registrato al Metropol di Mosca mentre chiedeva soldi a emissari russi in cambio di una politica pro-Mosca di Salvini in ambito Ue.
Il testo è stato bocciato con 39 No, 26 sì e 2 astenuti. Durante le dichiarazioni di voto, a favore alla richiesta di dimissioni di Savoini si è espresso anche il Movimento 5 Stelle, contrari invece Lega e Forza Italia.