In Libia si riaffaccia l'Isis e promette la ripresa del Jihad nel nome di al-Baghdadi

In un video di quasi 5 minuti il leader locale Abu Musab al Libi si mostra nel deserto con alcune dozzine di combattenti. Il video si intitola والعاقبة للمتقين | ولاية ليبيا

Isis in Libia

Isis in Libia

globalist 7 luglio 2019

Non solo la recrudescenza della guerra civile che vede contrapposto il governo di al-Serraj di Tripoli e le truppe del generale Haftar che controllano la Cirenaica.
Adesso il Libia ha fatto di nuovo capolino lo Stato Islamico attraverso un video nel quale il leader locale dello Stato Islamico, Mahmoud Barasi, ossia Abu Musab al Libi (nome di battaglia) promette una ripresa della lotta jihadista e rinnova la fedeltà dei combattenti allo sceicco Al-Baghdadi, recentemente ricomparso in un video dopo essere lungamente scomparso dai radar dopo la conquista di Mosul.
In un video della durata di 4 minuti e 52 secondi - esaminato dagli esperti di Globalist - si vede il leader jihadista libico nel deserto che di fronte ad alcune dozzine di combattenti ben armati e con tanto di van tornava a rilanciare la jihad in Libia.
Il video, rilanciato dalla cosiddetta provincia libica dell’Isis, è intitolato; “La punizione dei giusti nello stato della Libia”.


والعاقبة للمتقين | ولاية ليبيا
Ovviamente si tratta di propaganda, ma di certo è un segnale allarmante sul fatto che il terrorismo islamista non sia stato sradicato nel paese e cerchi di approfittare dell’instabilità per ritrovare un suo spazio.