Attentato suicida a Tunisi: rivendica lo Stato Islamico

Gli autori dei "due attacchi contro le forze di sicurezza tunisine nella capitale sono combattenti dello Stato islamico", ha detto l'agenzia di propaganda dell'Isis Amaq.

Attentato dell'Isis a Tunisi

Attentato dell'Isis a Tunisi

globalist 27 giugno 2019
Il gruppo jihadista dello Stato Islamico ha rivendicato la responsabilità del doppio attentato suicida a Tunisi, che ha ucciso un poliziotto e ferito otto persone. Lo ha indicato Site, l'organismo americano di sorveglianza dei movimenti estremisti.
Gli autori dei "due attacchi contro le forze di sicurezza tunisine nella capitale sono combattenti dello Stato islamico", ha detto l'agenzia di propaganda dell'Isis Amaq.
Un poliziotto è stato ucciso nel primo attacco, che ha preso di mira un veicolo delle forze dell'ordine a Rue Charles de Gaulle, nel centro della capitale. Un altro agente è rimasto ferito, insieme con tre civili. Poco dopo, un kamikaze ha fatto esplodere la sua carica nei pressi di una stazione di polizia nel quartiere di al Karjani, sempre nella capitale tunisina, provocando quattro feriti, ha aggiunto il ministero.