Veglie per Walter Luebcke, il politico pro-migranti ucciso da un neo-nazista

A Wolfhagen e Kassel in memoria del politico della Cdu: "Chiesta alle autorità la messa al bando del gruppo di estrema destra fino-naziste come Combat 18"

Walter Luebcke, politico locale della Cdu

Walter Luebcke, politico locale della Cdu

globalist 22 giugno 2019
Oltre 12 mila estremisti di destra, 450 neonaziosti in clandestinità che cospirano per organizzare attentati.
 Diverse centinaia di persone hanno partecipato a Wolfhagen alla veglia in memoria di Walter Luebcke, l'esponente della Cdu originario della città, ucciso il 2 giugno. Oltre un migliaio di persone si sono invece radunate nella vicina città di Kassel per protestare contro la violenza e l'estremismo di destra, chiamate a raccolta da una sessantina di organizzazioni e partiti, tra i quali l'Spd e i Verdi.
Luebcke, capo del consiglio regionale di Kessel e sosteitore della politica pro immigrazione della cancelliera Angela Merkel, è stato assassinato nella sua abitazione. La polizia ha arrestato un sospettato, un 45enne identificato come Stephan Ernst.
Nel corso delle manifestazioni è stata chiesta alle autorità la messa al bando del gruppo di estrema destra fino-naziste come Combat 18, che secondo alcune ricostruzioni avrebbe legami con l'uomo sospettato di avere ucciso Luebcke.
Oggi è intervenuta sulla vicenda anche la cancelliera Merkel, chiedendo che il sospettato venga processato. "Altrimenti ci sarà un completa perdita di credibilità e questo è il contrario di quello di cui abbiamo bisogno, la fiducia", ha detto. Il governo federale, ha aggiunto la cancelliera, prende la questione "molto seriamente".