Il ministro tedesco: "Allarme per gli attacchi nazisti contro lo Stato"

il ministro dell'Interno il bavarese Horst Seehofer commenta l'assassinio del politico pro-migranti Walter Luebcke per mano di un estremista di destra

L'Afd in piazza

L'Afd in piazza

globalist 18 giugno 2019
Pericolo neonazista: l'uccisione di un deputato regionale pro-migranti, esponente del partito di Angela Merkel (Cdu), per il quale è sospettato un simpatizzante neonazista, costituisce un "segnale d'allarme" per tutta la Germania. Lo ha affermato il ministro dell'Interno tedesco, il bavarese Horst Seehofer.
"Un attacco di estrema destra contro un rappresentante di alto rango dello Stato costituisce un segnale d'allarme ed è rivolto contro noi tutti", ha affermato Seehofer in conferenza stampa a Berlino.
Il deputato locale e alto funzionario dell'Assia, Walter Luebcke, è stato ritrovato con una pallottola nella testa il 2 giugno nella sua abitazione a Kassel. Era noto per le sue prese di posizione favorevoli a una politica di accoglienza dei richiedenti asilo promossa dalla cancelliera tedesca Angela Merkel nel 2015 e 2016.
Nel fine settimana la polizia ha arrestato un uomo di 45 anni, noto per avere fatto parte del movimento neonazista Combat 18 e già condannato in passato per avere accoltellato un uomo di origini straniere a Wiesbaden e avere fatto esplodere una bomba artigianale davanti a un centro profughi. "Non sappiamo se abbia agito da solo o se si tratti di una rete", ha aggiunto Seehofer.