Isis sconfitto la 'triste gioia' del padre di Orso: "Sono orgoglioso di quello che ha fatto"

Alessandro Orsetti, padre di Lorenzo Orsetti commenta la caduta di Baghouz: "Spero che per loro adesso si apra un periodo di pace"

Lorenzo Orsetti combattente delle Ypg

Lorenzo Orsetti combattente delle Ypg

globalist 23 marzo 2019

Isis sconfitto anche se persa la guerra stanno passando al terrorismo. E in questa lotta hanno partecipato anche tanti italiani che sono andati a combattere con i curdi delle Ypg e delle Ypj.
"E' una grossa gioia, un grande orgoglio perché Lorenzo ha partecipato a questo obiettivo. Però c'è anche tristezza perché bastava qualche giorno in più e Lorenzo avrebbe potuto gioire con noi".


Alessandro Orsetti, padre di Lorenzo Orsetti, il 33enne fiorentino che combatteva con le milizie curde dell'Ypg, ucciso in Siria da miliziani dell'Isis, commenta commosso con l'Adnkronos la caduta di Baghuz, ultima roccaforte del Califfato Islamico.
"Comunque sono contento - aggiunge il papà di Lorenzo - e spero di poterglielo 'dire' di persona quando andremo lì in Siria. Il suo comandante e i suoi compagni ci hanno invitato per una cerimonia di commemorazione per Lorenzo e per tutti i martiri che hanno combattuto. Spero che per loro adesso si apra un periodo di pace".