Spia russa negli Stati Uniti: Maria Butina si dichiarerà colpevole

La donna era stata arrestata a luglio dal controspionaggio e incriminata per cospirazione con l'accusa di essere un agente al soldo della Russiadi Mosca

Maria Butina

Maria Butina

globalist 10 dicembre 2018

Maria Butina, la trentenne russa arrestata negli Stati Uniti con l'accusa di avere tentato di influenzare segretamente organizzazioni politiche americane a profitto della Russia, ha raggiunto un accordo in base al quale si dichiarerà colpevole per aver agito da agente straniero. Lo si è appreso dai suoi legali.

Maria Butina era stata arrestata a luglio dal controspionaggio e incriminata per cospirazione con l'accusa di essere un agente al soldo della Russia "che ha sviluppato relazioni con persone americane e infiltrato organizzazioni che hanno influenza nella politica americana.
"Butina, il cui primo nome si scrive anche Maria, all'epoca si era dichiarata non colpevole dell'accusa di aver agito come agente del governo russo senza essere registrata.
Era stata posta in un centro detentivo ad Alexandria, in Virginia, dove, secondo i suoi avvocati, è stata tenuta in isolamento per settimane. Butina era entrata negli Stati Uniti nell'agosto 2016 con un visto per studenti.