Top

Libia nel caos: 47 morti negli scontri tra milizie. Vertice d'emergenza dell'Onu

Quasi 50 morti in otto giorni di violenze. Evacuati diplomatici e tecnici italiani, ma lʼambasciata resta ufficialmente aperta. Matteo Salvini esclude "interventi militari che non risolvono nulla"

Libia nel caos
Libia nel caos

globalist

3 Settembre 2018 - 07.17


Preroll

Il piano caos di un paese allo sbando. Si combatte ancora a Tripoli, per l’ottavo giorno consecutivo le milizie della capitale libica si danno battaglia per il controllo del territorio. Il bilancio, comunicato dal ministero della Salute del Governo di accordo nazionale, è di 47 morti e 129 feriti. Lo riferiscono i media libici che riportano di nuovi scontri e colpi di mortaio nel sud della capitale. Nella sera di ieri 15 persone hanno perso la vita dopo che un mortaio ha centrato un campo sfollati di Al Falah.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Vertice d’emergenza convocato dall’Onu – L’Onu ha convocato per martedì un vertice d’emergenza sulla sicurezza a Tripoli. Si legge in una nota: “Sulla base delle risoluzioni del Consiglio di sicurezza e dell’offerta del Segretario generale delle Nazioni Unite di mediare e di rispondere alle richieste delle varie parti, compreso il governo di accordo nazionale riconosciuto a livello internazionale, Unsmil invita le varie parti interessate a un incontro allargato”.
Le trattative per una tregua
Si cerca di negoziare una nuova tregua a Tripoli. Il premier Fayez al Sarraj ha dato mandato alla milizia Forza Anti Terrrorismo di Misurata, guidata dal generale Mohammed Al Zain, di entrare nella capitale per organizzare un nuovo cessate il fuoco e far terminare le violenze nella periferia sud della città.
Evacuati i diplomatici italiani
Anche se l’ambasciata italiana ufficialmente resta aperta, si è provveduto ad evacuare alcuni diplomatici mentre dalla Farnesina fanno sapere che “siamo pronti ad ogni evenienza”. Parecchi tecnici italiani che lavorano a terminali e pozzi dell’Eni sono stati evacuati da una nave della società, insieme ad alcuni membri dell’ambasciata. Fonti diplomatiche dicono che si tratta di una misura precauzionale, con l’allontanamento temporaneo di personale non strettamente necessario.
Interviene l’antiterrorismo
La decisione di Sarraj di chiarmare l’Antiterrorismo è arrivata dopo un’altra giornata difficile, con vari scontri fra le milizie nella zona sud di Tripoli, in particolare ad Ain Zara e Abu Selim, dove due persone sono morte nel distretto di Al Falah, all’interno di un campo profughi per gli sfollati interni di Tawergha.
Evasione dal carcere di Tripoli
Almeno 400 detenuti sono evasi dal carcere nella periferia sud di Tripoli a seguito di una rivolta, ha annunciato la polizia giudiziaria. “I detenuti sono riusciti a forzare le porte e uscire” dopo “un tumulto e una rivolta” dovuti a combattimenti tra milizie rivali in prossimità del carcere di Aine Zara, secondo la polizia. Non è stato chiarito per quale genere di reati fossero in carcere i detenuti evasi.

Middle placement Mobile

Palazzo Chigi: “Nessun intervento dei corpi speciali italiani” – Attraverso una nota il governo “smentisce categoricamente la preparazione di un intervento da parte dei corpi speciali italiani in Libia. L’Italia continua a seguire con attenzione l’evolversi della situazione sul terreno e ha già espresso pubblicamente preoccupazione nonché l’invito a cessare immediatamente le ostilità assieme a Stati Uniti, Francia e Regno Unito”.
Salvini: “No a interventi militari inutili” – Matteo Salvini ha fatto sapere di essere “in contatto diretto con i nostri uomini: militari, diplomatici, addetti dell’Eni, che in Libia vivono rischi portati da un intervento militare senza senso”. Il vicepremier ha quindi escluso la possibilità di “interventi militari che non risolvono nulla. E questo dovrebbero capirlo anche altri”. “L’Italia – ha aggiunto il ministro dell’Interno- deve essere la protagonista della pacificazione in Libia. Le incursioni di altri che hanno altri interessi non devono prevalere sul bene comune che è la pace”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile