L'Isis rivendica in spagnolo Barcellona: tutta la Spagna sarà un Califfato

Un breve video con immagini di repertorio dove due miliziani - uno di Cordoba e l'altro dell'Andalusia - invitano a fare il jihad ovunque nel mondo

Il miliziano dell'Isis Abu Lais Al Qurtubi ricendica la strage di Barcellona

Il miliziano dell'Isis Abu Lais Al Qurtubi ricendica la strage di Barcellona

globalist 23 agosto 2017

Un video di 2 minuti e 57 secondi fatto dal centro media Khayr Wilayaht (la provincia della Siria sotto il controllo del Califfato e dove c'è Deir Ezzor) per rivendicare la strage di Barcellona. Una rivendicazione "in grande stile", almeno rispetto a quanto accadeva ultimamente con l'apparato della propaganda Isis in affanno dopo l'assedio e la caduta di Mosul.


Un video dello Stato Islamico nel quale per la prima volta si parla spagnolo.


Il filmato è stato realizzato con immagini di repertorio prese dalle televisioni inglesi e spagnole per rivendicare la strage e dire che la Spagna (ossia la vecchia el-Andalus musulmana) dovrà di nuovo diventare terra di Califfato.
E un miliziano che nel sottotitolo è chiamato Abu Lais Al Qurtubi, ossia della città di Cordoba, a volto scoperto (nella foto in alto) dice esprimendosi in un discreto spagnolo: "Se non puoi fare l'Egira nello Stato Islamico (andare a vivere nelle terra dell'Isis, ndr) il jihad non ha frontiere. Fai il jihad dove stai. Se Dio vuole Allah sarà contento con voi".

Parole a cui hanno fatto seguito quelle di un altro miliziano (che si chiama Abu Salman l'Andaluso, qui sopra nella foto) a volto coperto in spagnolo più stentato e con un chiaro accento straniero: Allah accetti il sacrificio dei nostri fratelli di Barcellona. Noi saremo in guerra con voi fino alla fine del mondo". E ancora: "Cessa questa guerra con noi, restate fuori da questa unione con i cristiani altrimenti mai potrete stare tranquilli. Giammai".
Nel video poi - dopo altre immagini di repertorio della strage - la parola viene data nuovamente al primo miliziano: ai cristiani spagnoli, non abbiamo dimenticato il sangue versato dai musulmani per l'Inquisizione spagnola, vendicheremo il nostro massacro, e quello che state facendo adesso contro lo Stato Islamico. E con il permesso di Allah el-Andalus tornerà a essere ciò che è stato: terra del Califfato".
E nel finale un cartello con scritto: la prima battaglia di Barcellona.