The Guardian sotto attacco hacker

Dopo l'attacco informatico all'Associted Press, gli stessi hacker pro-regime Assad (Syrian Electronic Army ) prendono di mira il Guardian.

redazione 29 aprile 2013
Il giornale britannico The Guardian, ma anche altri media occidentali, è stato attaccato da sedicenti hacker favorevoli al regime siriano di Afez al-Assad. Secondo l'edizione online del quotidiano, tra le vittime dell'Armata Elettronica Siriana (Sea) che ha colpito soprattutto Twitter, oltre al Guardian ne sono stati vittima durante il fine settimana la Bbc, France24 Tv, e l'americana National Public Radio (Npr).



Secondo quanto riportato in un post del blog del gruppo di hacker siriano, ben 11 account relativi al quotidiano inglese sarebbero stati violati nel week end. "Segui la Syrian Electronic Army...segui la verità!" recitano i post. Alcuni degli account colpiti sono stati sospesi, in modo da intervenire senza lasciare la possibilità alla SEA di continuare a pubblicare tweet.



Pochi giorni fa, gli stessi autori di questo attacco hacker avevano preso possesso del profilo di Associated Press: nessun messaggio linkato, ma una bufala che ha fatto tremare per qualche istante il mondo intero: nel tweet si parlava, infatti, di un attacco alla Casa Bianca, con conseguente ferimento di Barack Obama. In seguito a questo attacco, Twitter aveva parlato di un nuovo metodo di login, ora più che mai necessario.