Finisce l'era dell'anti-scienza di Trump: gli Usa sono rientrati nell'Accordo di Parigi sul clima

Il segretario di Stato Antony Blinken: "Quello che faremo nelle prossime settimane, mesi e anni sarà ancora più importante"

Biden e il segretario di Stato Antony Blinken

Biden e il segretario di Stato Antony Blinken

globalist 19 febbraio 2021

Una bella notizia: gli Stati Uniti sono rientrati ufficialmente nell'Accordo di Parigi sul clima, circa un mese dopo l'inizio dell'incarico presidenziale di Joe Biden, che tra i suoi primi atti ha voluto inserire proprio il re-ingresso degli Usa nell'accordo.


"Ora, così come fu importante il nostro ingresso nell'accordo nel 2016 - e così come è importante il nostro re-ingresso oggi - quello che faremo nelle prossime settimane, mesi e anni sarà ancora più importante", ha dichiarato il segretario di Stato Antony Blinken, che ha sottolineato l'importanza del momento anche con un tweet, nel quale ha parlato di un "buon giorno" per gli Usa.
L'Accordo sul clima di Parigi venne negoziato durante il secondo mandato di Barack Obama alla Casa Bianca, quando Biden era vice presidente. Nel 2017 fu Donald Trump a fare uscire gli Usa dall'accordo, sostenendo che imponeva troppi limiti alle industrie americane. E tuttavia, l'uscita formale degli Usa non si è concretizzata fino al novembre del 2020.
Gli Stati Uniti sono stati l'unico Paese, tra i 196 firmatari, ad avere abbandonato l'accordo. Gli Usa sono anche i maggiori produttori mondiali di emissioni.