Biden vuole subito bloccare l’oleodotto Keystone che attraversava le terre dei nativi americani

A suo tempo Obama aveva messo il veto ma Trump aveva dato il via libera. Il progetto era stato fortemente criticato dagli ambientalisti per il forte impatto sulle emissioni di gas serra

Biden

Biden

globalist 18 gennaio 2021

Con il ritorno agli accordi di Parigi sul,clima un altro segno sulla linea di protezione dell’ambiente dopo i quattro anni di distruzioni trumpiane nel nome degli affari e del profitto.


Il presidente americano eletto Joe Biden intende cancellare il progetto controverso dell'oleodotto Keystone XL che attraversa Canada e Stati Uniti con un decreto presidenziale da firmare già il 20 gennaio, giorno della sua investitura.


Le due tv citano note della squadra di transizione di Biden con i player industriali del settore che parlano della cancellazione dei permessi per l'oleodotto. Il progetto del gruppo canadese TC Energy, che vale circa otto miliardi di dollari, consentirebbe di trasportare oltre 800mila barili di petrolio al giorno su 2.000 chilometri di oleodotto tra la provincia canadese dell'Alberta e le raffinerie americane del Golfo del Messico.


Lanciato nel 2008, il progetto era stato bloccato dall'ex presidente Barack Obama e nuovamente autorizzato dal successore Donald Trump. E' duramente criticato dagli ambientalisti per il suo impatto sulle emissioni di gas effetto serra. Oltre a ciò attraversa le terre dei nativi americani.


In un tweet il premier dell'Alberta Jason Kenney, che sostiene l'oleodotto, si è detto "estremamente preoccupato" delle informazioni sulla possibile cancellazione.