Top

Clima, l'allerta degli scienziati: "I cambiamenti sono più veloci del previsto"

Un pull di scienziati ha stilato una lista di dieci punti per aggiornare chi sta prendendo parte al Cop25 di Madrid sulla gravità dei cambiamenti climatici

Acqua alta
Acqua alta

globalist

6 Dicembre 2019 - 18.10


Preroll

Nonostante gli scioperi, le piazze piene di giovani e una maggiore attenzione al tema, il mondo non è sulla buona strada per raggiungere gli obiettivi dell’accordo sul clima di Parigi. Anzi: il cambiamento climatico è più veloce e più forte del previsto, sono minacciati i ghiacciai, le foreste e la biodiversità, oltre che la sicurezza alimentare e la salute di centinaia di milioni di persone. 
Questi sono solo alcuni dei dieci punti raccolti in una breve guida stilata da alcuni scienziati per i negoziatori, i politici e i media che stanno partecipando alla Conferenza Onu sui cambiamenti climatici in corso a Madrid, il Cop25: “I 10 nuovi approfondimenti sulla scienza del clima”, elaborati da Future Earth and The Earth League – due organizzazioni internazionali che rappresentano reti di scienziati che lavorano sulla sostenibilita’ – raccoglie i risultati dei più recenti studi sugli effetti del riscaldamento globale e sono stati presentati alla segretaria esecutiva dell’Unfccc (la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici) Patricia Espinosa. Il ritmo dell’aumento delle concentrazioni di gas a effetto serra “non ha precedenti nella storia del clima negli ultimi 66 milioni di anni” e gli eventi meteorologici estremi sono la “nuova normalità”, rileva la mini guida. 
“Abbiamo superato il confine planetario a nostro pericolo, mettendo a rischio le future generazioni” commenta Johan Rockstroem, direttore del Potsdam Institute for Climate Impact Research e coautore. Ognuno dei 10 capitoli, curato da alcuni dei principali scienziati del mondo, fornisce un sommario affidabile, accurato e imparziale degli ultimi risultati delle scienze del clima.
Nei dieci punti si indica anche il problema dell’innalzamento dei mari, degli incendi delle foreste, che quelli che venivano definiti “eventi estremi” ora sono diventati “la normalita’” dalle alluvioni alle ondate di calore. Equità e uguaglianza sono fondamentali per mitigare e adattare con successo i cambiamenti climatici e potrebbe essere giunto il momento di una svolta per l’azione per il clima.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile