Top

Stretta contro l'inquinamento, Cannes si ribella alle navi da crociera

la città della Costa Azzurra ha dato una stretta contro le navi da crociera e dal 2020 si imporrà ai colossi del mare di limitare il tenore di zolfo nei combustibili per uso marittimo allo 0,1%

Nave da crociera
Nave da crociera

globalist

29 Luglio 2019 - 10.48


Preroll

Cannes come Venezia, e non solo per i due festival cinematografici storicamente in competizione tra loro: la città della Costa Azzurra ha dato una stretta contro le navi da crociera e dal 2020 si imporrà ai colossi del mare di limitare il tenore di zolfo nei combustibili per uso marittimo allo 0,1%, un giro di vite più rigoroso rispetto a quanto imposto dalla legge francese.
Il sindaco David Lisnard e la Chambre de Commerce et d’Industrie Nice-Côte d’Azur, che gestisce il porto, hanno già firmato una Carta in questo senso con il gruppo Norwegian Cruise Line Holdings che rappresenta circa il 40% del traffico a Cannes. Un’altra compagnia dovrebbe presto sottoscrivere lo stesso documento.
Le emissioni di zolfo sono limitate già dall’ingresso nella zona di pilotaggio, dietro le iles de Lerins. «Alle compagnie che rifiutano di firmare questa Carta – avverte una nota – verrà vietato, dal primo gennaio 2020, di sbarcare i loro passeggeri a Cannes»”.
Dal 2015, le emissioni di zolfo nei combustibili per uso marittimo sono limitate allo 0,1% nel mare del Nord, nel Mar Baltico e nella Manica. Altrove in Francia, la legge del 2015 fissa il tenore massimo a 1,5% per le navi passeggeri, contro il 3,5 per le altre, fatta eccezione per scali di oltre due ore. Cannes è il quarto posto crocieristico francese dopo Marsiglia, Ajaccio e Le Havre, con un obiettivo di oltre 400’000 turisti in scalo per il 2019.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile