Le dune di Chia rimarrano un tesoro dei sardi

L'associazione ambientalista 'Gruppo d'Intervento giuridico', ha firmato un preliminare di vendita per le dune di Chia, da 100 mila euro, ma adesso serve lʼaiuto dei sardi. "Preserviamole per i nostri figli e nipoti".

dune di Chia

dune di Chia

Desk 19 dicembre 2018

Le dune di Chia, le collinette di sabbia situate sulla costa sud occidentale dell’isola, sono state acquistate dal 'Gruppo d’Intervento giuridico', un’associazione ambientalista dedita, da oltre 25 anni, alla protezione ecologica.


Il preliminare di vendita dei 4 ettari ha un valore di 100 mila euro. Adesso il Grig attiverà una sottoscrizione aperta a tutti i sardi per coprirne le spese.
Parla all'ANSA Stefano Deliperi del Gruppo d'intervento giuridico: "È un regalo ai nostri figli e ai nostri nipoti, abbiamo vinto la concorrenza di alcuni investitori arabi”. L’obiettivo era infatti quello di tenere aperte e fruibili da tutti le aree delle dune, evitando che quel pezzo di paradiso proprio davanti all'isolotto nella zona di Su Giudeu finisse nelle mani di investitori stranieri. “Non volevamo che, come successo da altre parti in Sardegna, ci fosse impedito di godere appieno dei nostri tesori relegandoci magari dentro un recinto”, spiega Deliperi.


L’associazione ha versato una caparra e firmato il preliminare, ma adesso deve raccogliere i soldi necessari a concludere l’operazione, sperando nell’aiuto concreto di tutti i sardi.