La Lega contro le auto ecologiche (e M5s): niente incentivi o ecotasse

A chiederlo un emendamento leghista in commissione Bilancio del Senato che appare tra i segnalati dal Carroccio, e quindi tra le proposte considerate prioritarie dal gruppo

Auto elettrica

Auto elettrica

globalist 15 dicembre 2018
Si scornano e sarà dura: stop all'emendamento alla Manovra introdotto alla Camera che prevede l'introduzione di una eco-tassa per le auto inquinanti e di incentivi per le vetture elettriche.
A chiederlo un emendamento della Lega in commissione Bilancio del Senato che appare tra i segnalati dal Carroccio, e quindi tra le proposte considerate prioritarie dal gruppo. A firmarlo il capogruppo Massimiliano Romeo e tutti i componenti del gruppo della Lega.
"Come governo diciamo no a qualsiasi nuova tassa, sulle auto come su altro. Se gli amici del M5S trovano altre coperture per gli incentivi siamo ben contenti", ha commentato il sottosegretario all'Economia Massimo Garavaglia a margine dei lavori della commissione Bilancio del Senato sulla Manovra, rispondendo a chi gli chiede dell'emendamento della Lega che cancella la ecotassa ma anche gli incentivi per le auto ecologiche.
"Il bonus per le auto elettriche è una misura imprescindibile, deve rimanere e le risorse di copertura da qualche parte ci devono essere. Il malus non è una nuova tassa e comunque la nostra intenzione è non toccare le utilitarie. Stiamo cercando di rivedere il malus: arriverà una riformulazione del governo". Così il sottosegretario ai Trasporti Michele Dell'Orco (M5S) a ribattuto allo stop della Lega all'ecotassa.