Un mondo sempre più avvelenato che continua a correre verso il cataclisma

Allarme del segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres: ci rimane poco tempo per limitare l'aumento della temperatura a 1,5 gradi

Cambiamenti climatici

Cambiamenti climatici

globalist 28 novembre 2018

Siamo come un treno ad alta velocità che sta andando a sbattere contro ad un muro ma chi sta alla guida se ne frega, perché sa che scenderà prima dell’impatto e se moriranno gli altri poco importa, tanto lui si arricchisce: “Al momento siamo diretti verso un mondo di cataclismi e incertezza dovuti al clima. I migliori scienziati del mondo hanno avvertito che ci rimane poco tempo per limitare l'aumento della temperatura a 1,5 gradi".
Lo ha detto il segretario generale dell'Onu, Antonio Guterres, parlando con i giornalisti al Palazzo di Vetro.
"Una mancata azione significa più disastri, emergenze e inquinamento atmosferico che potrebbero costare all'economia globale fino a 2.100 miliardi di dollari entro il 2050", ha precisato Guterres, che dopo il G20 in Argentina parteciperà alla Conferenza sul clima in Polonia, COP24.
"Un'azione azione sul clima invece non solo rallenterà l'aumento della temperatura, ma sarà positiva per le economie, per l'ambiente e per la salute pubblica - ha continuato -. Secondo l'Oms, in oltre il 90% del mondo urbano la popolazione respira aria insalubre, e rispettare gli impegni dell'accordo di Parigi potrebbe far risparmiare più di un milione di vite all'anno".
Guterres ha infine ribadito che "una forte crescita economica, la riduzione della disuguaglianza e la limitazione delle emissioni di carbonio sono possibili e compatibili"