Top

A Roma un grande raccordo anulare delle bici

Presentato a Roma il progetto per collegare i Fori Imperiali all'Appia Antica. Il ministro Delrio: 'Realizzarlo al più presto'.

Bici al Colosseo
Bici al Colosseo

globalist

5 Maggio 2016 - 11.37


Preroll

«Il Grab è già finanziato, il Comune di Roma deve solo correre per realizzare il progetto esecutivo e, volendo, potrebbe essere fruibile nel giro di un anno». Lo ha dichiarato Graziano Delrio, ministro delle Infrastrutture, intervendo ieri alla presentazione dello studio sull’impatto economico del Grab (grande raccordo anulare delle bici). Si tratta di un progetto ambizioso: 44 chilometri di pista ciclabile e pedonali, che collegherebbe i Fori Imperiali e il parco dell’Appia Antica. Il costo dell’opera è di circa quattro milioni di euro, che potrebbero diventare dodici nell’ipotesi di un abbellimento nei dettagli architettonici. Il governo però al momento ha come obiettivo quello di realizzare questo progetto: «In un caso o nell’altro, quattro o dodici milioni – ha spiegato Alberto Fiorillo di Legambiente, tra i promotori del tracciato – è dimostrato che il Grab si ripagherebbe da solo, coi benefici che porterebbe, da un minimo di uno a un massimo di tre anni».

OutStream Desktop
Top right Mobile

Oltre alla connaturata bellezza del percorso, infatti il Grab è un’occasione per creare lavoro e che sarebbe salutare per le casse del comune, come ha evidenziato lo studio Confindustria: «Analizzando la propensione all’uso della bici dei turisti che arrivano a Roma, contiamo 606 mila cicloturisti “attivi” sul Grab, considerando poi che il tempo per percorrere la ciclovia è di circa cinque ore, che equivalgono a 0,2 giorni di presenza in più nella Capitale, si registrerebbe un incremento medio annuale di 121.252 presenze cicloturistiche, equivalenti ad un fatturato di oltre 14 milioni di euro».

Middle placement Mobile

Anche il ministro Delrio ha visto positivamente l’impatto economico dell’opera: «Fare un chilometro di strada ci costa 10 milioni, il Grab si autofinanza, senza congestionare le città e anzi rendendole attrattive per un’industria, quella del cicloturismo, in continua espansione. Quindi dico al Comune di correre: vorrei presto vedere il prospetto di via di San Gregorio pedonalizzata trasformato in realtà». Roberto Giachetti, candidato sindaco del Pd,ha subito accettato la sfida: «Una volta sindaco presenterò subito il progetto esecutivo per ottenere i finanziamenti e realizzarlo».

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage