Violano le disposizioni sul Coronavirus: arrestati due rugbisti delle Isole Fiji

I due giocatori professionisti non hanno rispettato il periodo di quarantena richiesto per ogni persona che sbarca da voli internazionali e sono stati scoperti dalla polizia

Giocatori di Rugby delle isole Fiji

Giocatori di Rugby delle isole Fiji

Globalsport 5 aprile 2020Globalsport
Due giocatori della squadra nazionale di rugby delle isole Fiji sono stati arrestati per aver violato il periodo di quarantena. Uno dei due è fuggito dall’ospedale dove era in osservazione dopo che era rientrato da Singapore.

I nomi dei due protagonisti non sono stati resi noti ma l’amministratore delegato della Federazione figiana di Rugby, John O’Connor, ha rilasciato alla stampa che la federazione prenderà adeguate misure disciplinari contro i giocatori e riferirà il loro comportamento estremamente irresponsabile alla federazione internazionale World Rugby.

Il Primo Ministro Frank Bainimarama ha definito il loro comportamento irresponsabile e ha accusato i rugbisti di aver messo in pericolo tutte le isole Fiji.

“Dopo avergli riferito che stava infrangendo la quarantena, è stato effettivamente portato all’ospedale di Sigatoka e poi è scomparso, costringendo i nostri agenti di polizia a rintracciarlo”.

“Purtroppo per lui, non è stato in grado di sfuggire alla polizia. È stato arrestato ed è in isolamento in ospedale presso la città di Nadi” ha aggiunto alle telecamera il Premier figiano.