La Borsa trema: anche i mercati terrorizzati dalla variante Covid

I mercati azionari europei superano la boa di metà giornata tutti in pesante perdita.

Covid

Covid

globalist 21 dicembre 2020

Sulle tensioni per le varianti del Covid 19 e il calo del prezzo del petrolio, Madrid cede il 3%, Francoforte il 2,8%, Parigi il 2,7%, Milano il 2,6% con l’indice Ftse Mib e Londra il 2,2%. Male anche la sterlina, che continua il suo ribasso per i timori di una Brexit senza accordo e negli scambi telematici cede circa l′1% sull’euro a quota 1,09.



In Piazza Affari restano molto pesanti Saipem (-5%), Eni (-4,6% a 8,22 euro), con Leonardo, Tenaris, Unicredit e Bper tutti in calo oltre i quattro punti percentuali. Deboli anche Tim e Intesa, che cedono rispettivamente il 3,4 e il 3,3%, mentre prova a contenere le perdite Exor che scende di un punto. Piatte Campari e Diasorin. In calo poco oltre il punto percentuale i futures sull’avvio di Wall Street.