L’industriale: “Siamo stanchi di questa situazione, se qualcuno morirà pazienza”

Le incredibili affermazioni del presidente di Confindustria Macerata Domenico Guzzini. La condanna di Fratoianni: “Egoismo senza fine”

Domenico Guzzini

Domenico Guzzini

globalist 15 dicembre 2020
600 morti al giorno e ci tocca ascoltare queste frasi spaventose. Ecco le parole orribili del presidente di Confindustria Macerata, Domenico Guzzini che ha commentato così la crisi Covid: "Le persone sono stanche e vorrebbero venirne fuori, anche se qualcuno morirà, pazienza". La frase è stata pronunciata durante l'evento online ‘Made For Italy per la Moda’, trasmesso in streaming sui canali social e Youtube dell’organizzazione, ieri, lunedì 14 dicembre (dalle ore 17), come annunciato dalle pagine Facebook di Confindustria Macerata. Tra i partecipanti al dibattito in live streaming, oltre a Guzzini al quale è stato affidato pure l'intervento conclusivo, c’erano anche il Sindaco del comune marchigiano Sandro Parcaroli e il Presidente della Regione, Francesco Acquaroli.


La reazione di Nicola Fratoianni: Per il presidente di Confindustria Macerata bisogna venire fuori da questa situazione, e anche se qualcuno morirà pazienza? Una classe imprenditoriale con egoismo senza fine, sgrammaticata, indecente "Io penso che le persone sono un po’ stanche di questa situazione e vorrebbero, alla fine, venirne fuori. Anche se qualcuno morirà, pazienza."
"Lo ha detto il presidente di Confindustria di Macerata ad un convegno pubblico. Parole di un egoismo senza fine, senza rispetto per le decine di migliaia di morti e per le loro famiglie." Lo afferma il portavoce nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni. "Ed è la fotografia di una classe imprenditoriale del nostro Paese, sgrammaticata, attaccata a tutti i costi al profitto, - conclude l'esponente di Leu  - una classe dirigente inadeguata. Si dovrebbe solo vergognare questo signore "