Era 'solo' un operaio: il governo diserta i funerali di Cosimo Mimmo Massaro

Il vescovo di Taranto Filippo Santoro stigmatizza l'assenza: "Può essere che il ministro del Lavoro sia occupato ma qualche sottosegretario ci poteva essere".

Cosimo Mimmo Massaro

Cosimo Mimmo Massaro

globalist 18 luglio 2019
Era solo un operaio e, soprattutto, non ci si poteva fare propaganda sopra. E allora è in questi casi che emerge il vero volto del governo reazionario e dei sedicenti rappresentanti del ‘popolo’, troppo impegnati a farsi i selfie.
''Io faccio una osservazione: era assente il Governo, non c'era nessuno. Può essere che il ministro del Lavoro sia occupato ma qualche sottosegretario ci poteva essere. Nel momento in cui c'è da stare uniti alla famiglia e agli amici. Dico: date un segnale. Meno male c'erano i sindaci e altri rappresentanti''.
Lo ha detto l'arcivescovo di Taranto, monsignor Filippo Santoro, parlando con i giornalisti a Fragagnano a margine dei funerali dell'operaio gruista Cosimo Mimmo Massaro, 40 anni, morto lo scorso 10 luglio nello stabilimento siderurgico ex Ilva, oggi Arcelor Mittal.
''E' proprio impressionante - ha aggiunto - questa partecipazione intensa e composta del popolo, della famiglia, della Chiesa. Mi sarei aspettato una partecipazione uguale, perché le responsabilità si devono assumere. Ho notato la presenza dei rappresentanti di Arcelor Mittal. Ci vuole davvero un lavoro corale per venire fuori da questa situazione. E' stranissimo - ha concluso - che un incidente accada due volte, nello stesso luogo, quasi con la stessa modalità. Ci vuole una presa di coscienza''.