Landini attacca il governo: "Con i subappalti lo sbloccacantieri favorisce la criminalità"

Il segretario generale della Cgil: "Quel provvedimento peggiora le condizioni di chi lavora e allarga il subappalto"

Landini, Furlan e Barbagallo

Landini, Furlan e Barbagallo

globalist 9 giugno 2019
Non si tratta di efficienza o di rilancio dell’economia, come si vuol far credere, ma di dare le mani ancora più libere in un paese nel quale tangenti, malaffare, politica poso rispettosa delle regole per favorire gli amici e gli amici degli amici sono già un problema adesso, figuriamoci in seguito.
Mentre gli ex paladini della legalità M5s tacciono tra i pochi a tuonare c’è il sindaco che sa benissimo come funzionano le cose e anche come con questi trucchi e scorciatoie vengano compressi i diritti dei lavoratori.
"Non siamo d'accordo sullo 'Sbloccacantieri', perché quel provvedimento peggiora le condizioni di chi lavora e allarga il subappalto, che è un sistema che ha portato pezzi interi dell'economia in mano alla criminalità organizzata".
Lo sostiene Maurizio Landini, segretario della Cgil che ne ha parlato, a Repubblica delle Idee, nell'ambito del dialogo con Confindustria. "In Italia - ha ribadito - serve una riforma fiscale che deve ridurre le tasse a chi le paga e farle pagare a chi non le paga. Tutti devono fare la loro parte, ma non possono continuare a farla solo quelli che l'hanno sempre fatta. Visto che serve un piano straordinario di investimenti, anche Confindustria si assuma la responsabilità di fare la sua parte".