Top

L'ira di Confindustria: "Dopo un anno niente per i giovani"

E’ questo il bilancio che Alessio Rossi, presidente dei Giovani di Confindustria, fa dell’attività del governo giusto ad un anno di distanza dall’ultimo convegno degli under 40.

Alessio Rossi
Alessio Rossi

globalist

7 Giugno 2019 - 09.16


Preroll

“Un anno dopo l’insediamento del governo, ancora niente alleanza e niente per i giovani. Solo una crescita ingessata”. E’ questo il bilancio che Alessio Rossi, presidente dei Giovani di Confindustria, fa dell’attività del governo giusto ad un anno di distanza dall’ultimo convegno degli under 40 di viale dell’Astronomia che coincise con l’insediamento del nuovo esecutivo. E nell’elenco delle critiche non manca nulla.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Decreto dignità? “La dignità già c’era e tale è rimasta. I posti di lavoro, invece, quelli non sono aumentati”, prosegue. Decreto crescita? ”Forse più prudente chiamarlo ‘decreto dita incrociate’ perché nel testo non abbiamo trovato lo slancio che avrebbe dovuto dare”, dice ancora Rossi che non lesina osservazioni anche sullo Sblocca Cantieri: “Vorremmo che cambiasse veramente la morfologia dell’Italia. Il governo stia alla parte giusta, stia della parte dello sviluppo, da parte delle imprese”.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile