Molti elettori delusi del M5s a piazza San Giovanni con Landini e i sindacati

Chi si era fidato di Giggino Di Maio si sta ricredendo: i grillini pur di mantenere le poltrone sono nelle mani di Salvini

Landini alla manifestazione di Cgil, Cisl e Uil

Landini alla manifestazione di Cgil, Cisl e Uil

globalist 9 febbraio 2019
Molti ci avevano creduto, Ma nel vederli non solo incompetenti ma anche tassisti del fascismo al governo molti elettori di sinistra che si erano fatti abbindolare da Giggino Di Maio e dalla Casaleggio Associati, ci hanno ripensato.
Così non pochi ex elettori o simpatizzanti M5s sono andati in piazza San Giovanni a manifestare insieme a Cgil, Cisl e Uil contro l'attuale governo.
I primi sette mesi di governo "hanno mostrato incoerenze", sostengono alcuni.
Altri sottolineano la figura di Di Maio, "ormai nelle mani di Salvini". "Stanno facendo maggioranza e opposizione all'interno dello stesso governo", aggiunge un altro.
"Non li ho mai votati- spiega Osvaldo, studente universitario di Lucca- ma almeno mi ispiravano fiducia per quanto riguarda il rispetto delle regole e della democrazia. Ma se sei a favore di Maduro allora sei contro la democrazia. Inutile che poi cerchi consenso, facendo amicizia coi gilet gialli in Francia".
Stefania, dalla provincia di Roma, è una ex elettrice pentita. "Li ho votati, ma ora sono delusa. Si sono dimostrati incoerenti su troppe cose. Il reddito di cittadinanza è una misura che mi piace come idea, ma non per come e' strutturata".
Un manifestante Cisl proveniente da una città targata-M5s confessa: "Ho votato tutti e tutti mi hanno deluso. Mi interessano lavoro e pensioni, ma Quota 100 non ho capito cosa sia. Per fortuna il sindacato ci fa partecipare, almeno veniamo in piazza come fanno in Francia i gilet gialli"