Landini incalza il governo: "Serve un piano straordinario di investimenti"

Il nuovo segretario della Cgil attacca: "I progetti sull'autonomia differenziata non risolvono i problemi del Paese ma anzi allargano le diseguaglianze".

Maurizio Landini

Maurizio Landini

globalist 8 febbraio 2019
Maurizio Landini, nuovo segretario della Cgil, parla alla 'Stampa': "Purtroppo gli indicatori sono più negativi del previsto. E questo conferma la necessità di rilanciare con forza un piano straordinario di investimenti".
All'esecutivo "perennemente in campagna elettorale", il segretario non fa sconti: "Si è presentato come il governo del cambiamento, e rispetto ai temi del lavoro non ha cambiato un bel niente", il decreto dignità "è stato fatto male", "i progetti sull'autonomia differenziata non risolvono i problemi del Paese ma anzi allargano le diseguaglianze" e anche sull'articolo 18 non si è  andati oltre alle promesse: "L'M5S aveva detto di volerlo ripristinare e poi se ne sono dimenticati".
"Occorre aprire un vero confronto sul futuro del paese - continua Landini - mettendo in campo un serio piano di investimenti, una vera riforma fiscale e affrontando la questione Mezzogiorno, che vede addirittura ridotti i prorpi fondi. E poi bisogna ragionare di Europa: bisogna cambiarla, è vero. Ma per farlo occorre costruire alleanze, come stiamo facendo noi sindacati che il 26 marzo a livello europeo manifesteremo tutti assieme a Bruxelles".