Crolla l'industria: Italia a rischio recessione più dei big dell'Unione Europea

I dati Istat registrano un declino dell'industria (-2,6% rispetto al 2017) e il crollo nella produzione auto (-5,1% rispetto al 2017).

Produzione auto

Produzione auto

globalist 11 gennaio 2019
Il peso della crsi della produzione industriale graverà sull'andamento dell'economia nei maggiori Paesi europei. Il dato italiano, che registra un calo del 2,6% su base annua a novembre 2018 e dell'1,6% su ottobre 2018, è solo l'ultimo dopo quelli altrettanto negativi di Germania e Francia, tanto da lasciare presagire una possibile recessione in tutta Europa. Dati negativi oggi anche in Spagna e in Gran Bretagna.
Novembre 2018 è il momento del crollo della produzione nel settore auto. Secondo i dati Istat, l'indice corretto per gli effetti di calendario ha registrato un calo del 19,4% su base annuale, cioè nel confronto con novembre 2017, e dell'8,6% su base mensile, ovvero nel confronto con ottobre 2018. Il dato conferma, ma con un ulteriore peggioramento, l'andamento di ottobre, quando era stato registrato un calo tendenziale del 14%. Nella media degli 11 mesi 2018, la produzione è diminuita del 5,1%.
La produzione industriale italiana a novembre 2018 è diminuita dell'1,6% rispetto ad ottobre e del 2,6% rispetto a novembre 2017. Nei primi undici mesi del 2018 la produzione industriale italiana è cresciuta dell'1,2% rispetto all'anno precedente. Lo comunica l'Istat in base alle stime sulla produzione di novembre, aggiungendo che, nella media del trimestre settembre-novembre 2018, il livello della produzione registra una flessione dello 0,1% rispetto ai tre mesi precedenti.