Top

Si rifiuta di lavorare domenica 31: trasferita a 100 chilometri per ritorsione

La donna è un'addetta del reparto ortofrutta in un Eurospin del torinese. Denunciato il comportamento scorretto e antisindacale dell'azienda

Lavoratori in un ortofrutta
Lavoratori in un ortofrutta

globalist

28 Dicembre 2017 - 10.51


Preroll

I frutti perversi delle nuove linee sul lavoro che hanno hanno dato tutto il pptere alle aziende e ridotto le garanzie dei lavoratori. E i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Una storia è emblematica: si rifiuta di lavorare la domenica di San Silvestro e viene trasferita per una settimana a cento chilometri di distanza. E’ successo a un’addetta del reparto ortofrutta del supermercato della catena Eurospin a Susa, nel Torinese. La donna, che gode di un vecchio contratto in cui il lavoro festivo è volontario, si è rivolta al sindacato per denunciare l’accaduto.
Un caso di “irresponsabilità umana” secondo Sabatino Basile, responsabile torinese della Fisascat Cisl. L’addetta del reparto ortofrutta si è rivolta al sindacato. dopo avere accusato un malore.
“Denunciato il comportamento scorretto e antisindacale dell’azienda”, sottolinea Basile, che ha organizzato un presidio davanti al supermercato, “ottenendo la solidarietà di numerosi clienti”, e si è rivolto alla assessore alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti. Un incontro con quest’ultima verrà fissato nei prossimi giorni.

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage