Top

Inps: altri 8.900 esodati da tutelare

Nel prossimo biennio matureranno il diritto a essere salvaguardati 8.900 lavoratori, per un costo di 440 milioni. Risorse che al momento non si sono.

Inps: altri 8.900 esodati da tutelare

Desk

17 Ottobre 2012 - 17.57


Preroll

L’Inps ha calcolato che si sono altri 8.900 esodati che nel 2013-2014 potrebbero dover essere salvaguardati dalle norme della riforma Fornero. Per loro servono risorse per 440,8 milioni. Una cifra che però è al netto della platea dei lavoratori che hanno fatto accordi per l’esodo a livello individuale e territoriale. Questi 8.900 si aggiungerebbero quindi ai 120 mila che hanno già ottenuto il “paracadute” dall’allungamento dell’età pensionabile sancita dal’Salva-Italia.

OutStream Desktop
Top right Mobile

A riferire il nuovo dato è il presidente della commissione Lavoro della Camera, Silvano Moffa, dopo un incontro avuto ieri con il ministro del Welfare, Elsa Fornero. «Il ministro – ha detto Moffa – sta lavorando sulla stessa lunghezza d’onda degli iniziali 65 mila garantiti nel Salva-Italia e poi dei 55mila successivamente individuati. Il dato Inps che ha fornito parla di altri 8.900 esodati da tutelare nel biennio 2013-2014 con un costo di 440,8 milioni di euro che ancora non ci sono e per i quali il fondo istituito nella legge di stabilità da 100 milioni è totalmente insufficiente». Su questi, ha riferito Moffa, «non ci sono ancora i dati Inps. Comunque la commissione Lavoro presenterà emendamenti alla legge di Stabilità proprio per qualificare il Fondo».

Middle placement Mobile

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage