Top

Coldiretti: a food valley danni per mezzo miliardo

15milioni solo per gli stabilimenti dell'aceto balsamico di Modena e oltre 1milione di forme di Parmigiano e Grana danneggiate dal crollo degli scaffali di stagionatura.

Coldiretti: a food valley danni per mezzo miliardo

redazione

30 Maggio 2012 - 19.17


Preroll

500milioni di euro il primo bilancio dei danni fatto dalla Coldiretti, a causa del terremoto che ha colpito le province di Modena, Mantova, Piacenza, Ferrara e Bologna. Il distretto agroalimentare emiliano – dove si produce oltre il 10% del Pil agricolo italiano – è stato duramente colpito. Numerosi i caseifici e gli stabilimenti di lavorazione della frutta distrutti, dalle cantine alle acetaie di invecchiamento dell’aceto balsamico, ai magazzini di stagionatura del Grana e del Parmigiano Reggiano, messo straordinariamente in vendita dalla Coldiretti. Nei danni si contano anche i macchinari di lavorazione distrutti e un alto numero di animali di allevamento morti.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Sono molte le aziende costrette a fermare la propria attività e solo per l’aceto balsamico di Modena, si contano danni per 15milioni di euro. Mentre sono 1milione di forme di Parmigiano Reggiano e Grana Padano rovinate a causa del crollo delle “scalere”, le scaffalature di stagionatura. Ma il terremoto -dice ancora la Coldiretti – ha messo in pericolo i territori anche da possibili ripercussioni idrogeologiche, con danni agli impianti idraulici e frane in alcuni alvei che pregiudicano il normale deflusso delle acque. E’ stato, infatti, sospeso anche il servizio irriguo per 26mila ettari di terreno, che va da Novi di Modena, fino a Carpi, Campogalliano e Soliera, un territorio a forte vocazione fruttifera.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage