Diego Bianchi: "Attanasio mi mise in guardia dal recarmi nel luogo dove oggi è stato ucciso"

Il conduttore di Propaganda Live due anni fa aveva intervistato Attanasio e ha ricordato durante lo speciale di Atlantide il loro incontro

Diego Bianchi

Diego Bianchi

globalist 22 febbraio 2021

Nello speciale di Atlantide di questa sera, dedicato all'ambasciatore italiano della Repubblica Democratica del Congo Luca Attanasio ucciso questa mattina, è intervenuto anche Diego Bianchi, conduttore di Propaganda Live che due anni fa aveva intervistato Attanasio.
Dopo aver mostrato in estratto di quell'intervista, Bianchi ha ricordato: "Ho avuto la fortuna di incontrarlo ma ci eravamo già sentiti perché il viaggio in Congo non è uno dei più semplici. Lui stesso mi aveva messo in guardia dall’andare nel luogo dove poi lui oggi è stato ucciso. Io ero lì con Medici Senza Frontiere, ed erano tutti viaggi molto pericolosi. Quel che avevo capito è che queste milizie locali, grazie a dei mediatori culturali sapevano perfettamente chi si muoveva verso dove. Ricordo che mi dissero che sapevano benissimo della mia presenza lì, e questa cosa mi impressionò".