È morto Enrique Irazoqui, intellettuale e attivista spagnolo: fu Gesù per Pier Paolo Pasolini

Nato nel 1944 da una famiglia borghese, fu sin da giovane militante comunista e antifranchista. Fu il protagonista de Il Vangelo secondo Matteo

Enrique Irazoqui

Enrique Irazoqui

globalist 16 settembre 2020
È morto stanotte in un ospedale di Barcellona Enrique Irazoqui, noto attivista politico e intellettuale, noto per aver interpretato il ruolo di Gesù ne Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini. Aveva 76 anni. 
Nato nel 1944 da una famiglia borghese, fu sin da giovane militante comunista e antifranchista. Su mandato del sindacato universitario clandestino di Barcellona, arrivò in Italia per convincere i massimi esponenti della cultura italiani a tenere conferenze nelle università spagnole contro la dittatura. In questa occasione conobbe, tra gli altri, Pier Paolo Pasolini che, folgorato dal suo volto, gli offrì il ruolo di Gesù ne Il Vangelo secondo Matteo, affascinato anche dal contrasto con la sua ideologia. Irazoqui devolse la paga alla causa del movimento clandestino antifranchista.
Rientrato in Spagna, venne punito dal regime franchista per aver partecipato alla realizzazione di un film ritenuto di propaganda comunista. Laureato in Economia a Parigi, iniziò a lavorare a capo di un'azienda, lasciando il posto dopo cinque mesi per contrasti ideologici. Negli Stati Uniti si laureò in Letteratura spagnola, diventando successivamente docente. Irazoqui fu anche un campione di scacchi.