Andrea Pennacchi, il leghista veneto: “Tasse? Non li do i miei sghei agli extracomunitari"

Il nuovo monologo a Propaganda Live di Andrea Pennacchi, il leghista veneto Pojana, stavolta contro gli aumenti delle tasse: "Cittadino onesto, rassegnati. Sei in minoranza"

Andrea Pennacchi a Propaganda Live

Andrea Pennacchi a Propaganda Live

globalist 25 ottobre 2019
"Le tasse? Io non li do i miei sghei agli alberghi dove alloggiate gli extracomunitari, o per la scuola. Che dovreste voi pagare me per il tempo che mi avete fatto perdere a scuola". Andrea Pennacchi con il suo Pojana è sempre irriverente e incredibilmente preciso nel dipingere il ritratto del leghista veneto della prima ora. In guerra con il mondo, ossessionato dal suo capannone e dalla sua terra, un personaggio cinematografico ma di questi tempi tristemente reale. 
Nella puntata di Propaganda Live di venerdì 25, il tema del suo monologo sono gli aumenti delle tasse, secondo la sua interpretazione. Talmente credibile, nelle puntate passate, che gli è valsa parecchi insulti da chi non è in grado di distinguere la persona dal personaggio e lo aveva effettivamente scambiato per un leghista.