Top

Insulti fascisti alla direttrice del Festival de L'Aquila. Murgia: Meloni fa squadrismo mediatico

Lo racconta la direttrice Silvia Barbagallo: "Mi sono arrivati insulti rivolti a me e alla mia famiglia, questi sono i metodi fascisti"

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

globalist

13 Settembre 2019 - 16.59


Preroll

Squadrismo mediatico: questo il termine, calzante, scelto da Michela Murgia per descrivere il comportamento di Giorgia Meloni nei confronti della direttrice del Festival degli Incontri de L’Aquila Silvia Barbagallo. 
La storia
La polemica è scoppiata in questi giorni: Pierluigi Biondi, sindaco de L’Aquila di Fratelli d’Italia ha scritto un lungo post di polemica e ha posto il suo veto alla presenza di Roberto Saviano e Zerocalare al Festival finanziato dal Mibac. Biondi afferma che la direttrice artistica Barbagallo ha preso queste decisioni senza consultare il Comune e che L’Aquila non è disposta a far fare ai due scrittori ‘la passerella con i soldi degli italiani’. Ovviamente è intervenuta anche Giorgia Meloni, che sulla possibilità di fare un po’ di sana retorica populista si è fiondata a pesce: “se volete Saviano invitatelo a cena” ha scritto la leader di FdI. 
Peccato che, come sempre, Fratelli d’Italia racconti la storia a metà: innanzitutto, come il ministro Franceschini, la direttrice Barbagallo e anche l’ex sottosegretario ai Beni Culturali Vacca hanno fatto notare, Biondi non ha alcuna autorità di imporre veti sulla programmazione del Festival, dato che l’evento è sovvenzionato dal Ministero. Secondo, come ha ribadito Zerocalcare, almeno per lui non era previsto alcun compenso: “Io a L’Aquila ci andavo gratis” ha detto il fumettista di Roma. 
Squadrismo mediatico
Come sempre accade, però, nella figura di Silvia Barbagallo è stato trovato un bersaglio. Come scrive Michela Murgia: “L’on. Meloni, per coprire la censura a Roberto Saviano e Zerocalcare del sindaco dell’Aquila (FdI), porge ai fans la persona della direttrice artistica come bersaglio politico. Una donna che faceva solo il suo lavoro ora sta ricevendo decine di insulti su Fb” e poi accompagna il tweet con l’hashtag #squadrismomediatico.
Conferma anche la diretta interessata Silvia Barbagallo, che scrive su Facebook: “Che Giorgia Meloni arrivi ad usare un manifesto di Zerocalcare, manifesto che è stato esposto perfino all’interno del MAXXI, come pretesto per sostenere la censura e la conseguente eventuale cancellazione del Festival degli incontri per il decennale sul terremoto de l’Aquila dimostra l’arroganza e l’ignoranza di una certa destra che ha così dato la stura all’ignobile ed inaccettabile sequela di insulti e violenza verbale, anche contro la mia famiglia, sui social. Questi sono i loro metodi”. 

OutStream Desktop
Top right Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage