Sanremo 2019, come sarebbe dovuta andare: le pagelle degli artisti

Ha vinto Mahmood, strappando il podio Loredana Bertè che per l'Ariston (e per noi) avrebbe meritato il primo posto. Ma siamo comunque contenti per la vittoria

Loredana Bertè

Loredana Bertè

globalist 10 febbraio 2019

di Giuseppe Cassarà
Doveva vincere Loredana Bertè. Pochi dubbi su questo, anche se non si è potuto fare e meno di godere profondamente quando un incredulo Mahmood ha ricevuto il primo premio.


In quel momento, gusti a parte, una parte d’Italia era con lui su quel palco, ad abbracciarlo virtualmente. Una vittoria politica? Forse,


anzi quasi sicuramente sì, ma politica e Sanremo vanno a braccetto da quando Pupo, Emanuele Filiberto e un tenore di cui nessuno ricorda il nome portarono sul palco la vergognosa ‘Italia amore mio’ (arrivando secondi) e forse anche da prima. Quindi, inutile scandalizzarsi, tanto vale vedere i lati positivi di questa serata finale.


Innanzitutto, l’età media dei concorrenti: nonostante, lo ripetiamo, la corona spettasse di diritto a Loredana, vedere tre finalisti tutti meno che trentenni è stata una novità piacevole, tenendo presente che Il Volo è il classico esempio di gioventù con la naftalina. E poi, non ce ne vogliano i tradizionalisti, la canzone che ha trionfato, “Soldi”, tra le tre proposte era l’unica con un guizzo, una novità musicale e soprattutto tematica: per una volta a Sanremo non vince l’amore, con buona pace delle fan isteriche di Ultimo che hanno probabilmente giurato vendetta verso Mahmood. Fossi in lui mi guarderei le spalle.


E quindi, all’Eurovision, a rappresentare l’Italia sarà questo ragazzo, semi-sconosciuto ai più fino alla settimana scorsa: un italiano dal sangue misto, che canta di disagio in periferia, di un rapporto con il padre che forse risulta incomprensibile a chi non ha più vent’anni da un po’ ma che, potete fidarvi, è classico di questa generazione. Lo ha cantato anche Anastasio, la quarta serata, nel monologo insieme a Bisio. È bello che in un’Italia ossessionata dai padri vinca una canzone che la figura paterna la mette in croce.

Loredana Bertè - La vera vincitrice di Sanremo 2019. Reinventata, rinata e meravigliosa, Loredana ci ha conquistati con ‘Che cosa vuoi da me’ Voto: 9

Loredana Bertè - La vera vincitrice di Sanremo 2019. Reinventata, rinata e meravigliosa, Loredana ci ha conquistati con ‘Che cosa vuoi da me’ Voto: 9

Daniele Silvestri e Rancore - La loro “Argentovivo” era la canzone più arrabbiata del Festival: narra di una scuola che intrappola un giovane 16enne, insegnando una vita che non esiste più da 20 anni. Voto: 8

Daniele Silvestri e Rancore - La loro “Argentovivo” era la canzone più arrabbiata del Festival: narra di una scuola che intrappola un giovane 16enne, insegnando una vita che non esiste più da 20 anni. Voto: 8

Mahmood - Ha vinto, e per noi sul podio ci sarebbe andato lo stesso. La canzone è una bella novità, una scommessa vinta di Claudio Baglioni.  Voto: 7

Mahmood - Ha vinto, e per noi sul podio ci sarebbe andato lo stesso. La canzone è una bella novità, una scommessa vinta di Claudio Baglioni. Voto: 7

Ultimo - Sfiora la vittoria l' idolo delle ragazzine, ma speriamo che si svecchi un po’. Voto: 7

Ultimo - Sfiora la vittoria l' idolo delle ragazzine, ma speriamo che si svecchi un po’. Voto: 7

Motta - Vince il duetto con Nada, anche se non se lo meritava. La canzone e il suo timbro, invece, meritavano di più. Forse troppo particolare, o ‘indie’ per Sanremo. Voto: 7

Motta - Vince il duetto con Nada, anche se non se lo meritava. La canzone e il suo timbro, invece, meritavano di più. Forse troppo particolare, o ‘indie’ per Sanremo. Voto: 7

The Zen Circus - O li si odia, o li si ama. Ritmo serratissimo e metrica monocorde, portano un testo molto politico. Fanno quello che devono fare.  Voto: 7

The Zen Circus - O li si odia, o li si ama. Ritmo serratissimo e metrica monocorde, portano un testo molto politico. Fanno quello che devono fare. Voto: 7

Achille Lauro - Chiacchierassimo, odiatissimo per due tatuaggi in faccia. A noi è piaciuto, se non altro perché provoca, fa ballare e rompe i coglioni a tutti, come un vero provocatore dovrebbe fare. Voto: 7

Achille Lauro - Chiacchierassimo, odiatissimo per due tatuaggi in faccia. A noi è piaciuto, se non altro perché provoca, fa ballare e rompe i coglioni a tutti, come un vero provocatore dovrebbe fare. Voto: 7

Arisa - La voce di Arisa è splendida, e ha un turn che sorprende. Ballabile, anche divertente. Da stimare per essere salita sul palco con 39 di febbre. Voto: 6

Arisa - La voce di Arisa è splendida, e ha un turn che sorprende. Ballabile, anche divertente. Da stimare per essere salita sul palco con 39 di febbre. Voto: 6

Paola Turci - Elegantissima, come sempre, ma stavolta Paola scivola via. Canzone ben cantata, anche orecchiabile, ma incapace di arrivare al cuore. Voto: 6

Paola Turci - Elegantissima, come sempre, ma stavolta Paola scivola via. Canzone ben cantata, anche orecchiabile, ma incapace di arrivare al cuore. Voto: 6

Simone Cristicchi - La fragilità dell’uomo vince il Premio della Critica. Noi faticavamo a tenere gli occhi aperti, ma poi applaudiamo educatamente se no ci accusano di essere snob. Voto: 6

Simone Cristicchi - La fragilità dell’uomo vince il Premio della Critica. Noi faticavamo a tenere gli occhi aperti, ma poi applaudiamo educatamente se no ci accusano di essere snob. Voto: 6

Negrita - Bel testo, meno la canzone. Forse sarebbe ora che Pau e gli altri si dessero una rinfrescata, in termini musicali. Voto: 6

Negrita - Bel testo, meno la canzone. Forse sarebbe ora che Pau e gli altri si dessero una rinfrescata, in termini musicali. Voto: 6

Enrico Nigiotti -  C'è il nonno, c'è la nostalgia, c'è quel "si stava meglio prima" che a Sanremo fa sempre buon gioco. Senza dubitare della sua sincerità, la canzone è davvero vecchia.

Enrico Nigiotti - C'è il nonno, c'è la nostalgia, c'è quel "si stava meglio prima" che a Sanremo fa sempre buon gioco. Senza dubitare della sua sincerità, la canzone è davvero vecchia.

Francesco Renga - Fresco fresco di polemica, Renga arriva, canta e se ne va: senza infamia e senza lode. Voto: 5

Francesco Renga - Fresco fresco di polemica, Renga arriva, canta e se ne va: senza infamia e senza lode. Voto: 5

Nek - Nek fa Nek, con il suo fascino da eterno latin lover e il graffio della voce che non cambia mai. Un po’ stantio però, come il suo ciuffo. Voto: 5

Nek - Nek fa Nek, con il suo fascino da eterno latin lover e il graffio della voce che non cambia mai. Un po’ stantio però, come il suo ciuffo. Voto: 5

Ex-Otago: il cantante è già un sex symbol e rimane solo da guardare proprio il frontman, perché la canzone fa venire il latte alle ginocchia. Voto: 4

Ex-Otago: il cantante è già un sex symbol e rimane solo da guardare proprio il frontman, perché la canzone fa venire il latte alle ginocchia. Voto: 4

Ghemon - Canta ‘Rose viola’: melenso e già sentito, ci aspettavamo onestamente di più. Voto: 4

Ghemon - Canta ‘Rose viola’: melenso e già sentito, ci aspettavamo onestamente di più. Voto: 4

Einar - Un altro giovane in gara, un'altra scommessa di Baglioni. Niente di eclatante, ma è giovane, ha tempo per sfondare e Sanremo è già un grande risultato  Voto: 4

Einar - Un altro giovane in gara, un'altra scommessa di Baglioni. Niente di eclatante, ma è giovane, ha tempo per sfondare e Sanremo è già un grande risultato Voto: 4

Boombadash - Dovevano far ballare e hanno fatto ballare. Del testo, ci dicono che parlava (anche questo) di paternità. Sarà. Voto: 4

Boombadash - Dovevano far ballare e hanno fatto ballare. Del testo, ci dicono che parlava (anche questo) di paternità. Sarà. Voto: 4

Irama - Solo noi pensiamo che Irama abbia voluto strafare? Il pace-maker, lo stupro/incesto, la gravidanza dal padre…che pesantezza. Troppa per un ragazzo così giovane. Voto: 3

Irama - Solo noi pensiamo che Irama abbia voluto strafare? Il pace-maker, lo stupro/incesto, la gravidanza dal padre…che pesantezza. Troppa per un ragazzo così giovane. Voto: 3

Patty Pravo e Briga - Dovevano essere la scommessa di Sanremo. Scommessa persa: si parla più dei capelli di Patty che della canzone e il povero Briga scompare nel nulla. Voto: 3

Patty Pravo e Briga - Dovevano essere la scommessa di Sanremo. Scommessa persa: si parla più dei capelli di Patty che della canzone e il povero Briga scompare nel nulla. Voto: 3

Anna Tatangelo - Anche lei, arriva, fa quello che fa da vent’anni, e va via. Bell’outfit però. Voto: 3

Anna Tatangelo - Anche lei, arriva, fa quello che fa da vent’anni, e va via. Bell’outfit però. Voto: 3

Il Volo - Ce li invidierà pure tutto il mondo, ma a noi il Volo ci sembrano le Fettuccine Alfredo: una cosa che in America sono convinti essere italiana, in Italia una trappolona per turisti.  Voto: 3

Il Volo - Ce li invidierà pure tutto il mondo, ma a noi il Volo ci sembrano le Fettuccine Alfredo: una cosa che in America sono convinti essere italiana, in Italia una trappolona per turisti. Voto: 3

Federica Carta e Shade - Insulsi. E ci fermiamo qui, che non c’è bisogno di sparare sulla croce rossa. Voto: 2

Federica Carta e Shade - Insulsi. E ci fermiamo qui, che non c’è bisogno di sparare sulla croce rossa. Voto: 2

Livio Cori e Nino D'Angelo - Finiscono ultimi in tutte le classifiche. Lo vogliamo anche dire che questa napoletanità buttata lì quasi a caso ha un po’ stancato?

Livio Cori e Nino D'Angelo - Finiscono ultimi in tutte le classifiche. Lo vogliamo anche dire che questa napoletanità buttata lì quasi a caso ha un po’ stancato?