Nera, cantante d'opera e appassionata d'arte: la prima Miss America dopo il #metoo

Per la prima volta in 98 anni non si è tenuta la tradizionale sfilata in bikini, per volontà degli organizzatori.

Nia Imani Franklin

Nia Imani Franklin

globalist 10 settembre 2018

Lo possiamo trovare discutibile, ma Miss America, come gran parte dei concorsi di bellezza femminili nel mondo, continua ad avere un suo seguito e una sua importanza, anche legata alla storia della competizione. E l'edizione 2018, che ha incoronato Nia Imani Franklin come la più bella degli Stati Uniti, è particolarmente significativa, per due ragioni: è la prima edizione dopo lo scandalo sexgate e il movimento #metoo e anche la prima in cui le concorrenti non hanno fatto la tradizionale sfilata in bikini, per stessa decisione degli organizzatori. 


Già Miss New York, Nia Imani Franklin ha vinto contro le altre 49 concorrenti non solo grazie alla sua bellezza: i giudici sono rimasti infatti impressionati dalla sua voce - Nia è una cantante d'opera - e dai suoi studi di storia dell'arte.