Pubblicato senza censure Il Ritratto di Dorian Gray, e l'amore proibito tra Dorian e Basil viene alla luce

Era stato lo stesso Wilde a censurare le parti che potevano mettergli contro la rigida morale vittoriana dell'epoca

Dorian Gray

Dorian Gray

globalist 8 settembre 2018

Per la prima volta vede la luce la versione del celebre romanzo di Oscar Wilde 'Il Ritratto di Dorian Gray' nella sua versione completa, ossia senza le censure operate dallo stesso autore per non innervosire la moralità vittoriana dell'epoca.


La storia di Dorian è leggenda: giovane inglese, bellissimo e annoiato dalla vita, incontra il pittore Basil, che rimane folgorato dalla sua avvenenza e lo ritrae in un quadro, che Dorian trova meraviglioso, tanto da desiderare che sia il quadro a invecchiare al posto suo. La maledizione si avvera e Dorian si dà a una vita di dissolutezze e piaceri sfrenati, senza mai invecchiare di un giorno, mentre il ritratto diventa sempre più mostruoso anno dopo anno, tanto che Dorian, per non guardarlo, lo rinchiude in cantina fino al giorno in cui non lo guarda nuovamente e impazzisce di fronte all'immagine dei suoi peccati. 


Il romanzo, caposaldo della letteratura inglese e manifesto del decadentismo europeo, all'epoca venne pubblicato a puntate dalla rivista Lippincott, con alcuni capitoli in cui il rapporto tra Basil e Dorian assume contorni omoerotici assolutamente evidenti. La critica, che bollò il libro come "velenoso e corruttore dei costumi", costrinse Wilde a rimuovere molte delle parti più esplicite, come le parole di Basil a Dorian che si leggono a pagina 147 della nuova edizione pubblicata a cura di Merlin Holland, il nipote 72enne del grande scrittore: "è fuor di dubbio che ho maturato per voi un amore che un uomo mai dovrebbe dare a un amico. Possiamo dire che non ho mai amato una donna...ammetto di avervi amato pazzamente, viziosamente, assurdamente" (in inglese: It is quite true that I have worshipped you with far more romance than a man should ever give to a friend. Somehow I have never loved a woman… I quite admit that I adored you madly, extravagantly, absurdly).