Top

"Super Seducer", la Sony blocca il videogame del rimorchio

Ideato da Richard La Ruina, "dating coach" inglese, il gioco è stato oggetto di numerose accuse di sessismo che hanno spinto la Sony a bloccarne la produzione

Il logo di Super Seducer
Il logo di Super Seducer

globalist

8 Marzo 2018 - 17.06


Preroll

Richard La Ruina è un “dating coach” londinese, una figura così incredibile da sembrare finta (e infatti Paul Thomas Anderson, nel suo film Magnolia, ha affidato a Tom Cruise il memorabile ruolo di Frank Mackey, autore del libro “Seduci e distruggi”). 

OutStream Desktop
Top right Mobile

La Ruina, che anche per look sembra essersi parecchio ispirato al personaggio di Mackey, ha ideato un videogioco che è stato, nelle ultime settimane, al centro di numerose polemiche che hanno infine spinto la Sony a non distribuirlo.

Middle placement Mobile

“Super seducer”, questo l’inverosimile nome del videogioco, vedeva protagonista proprio La Ruina, impegnato a sedurre donne bellissime in varie situazioni. 

Dynamic 1

Il problema del gioco, da quanto emerso dalle critiche, è proprio la mancanza assoluta di margine di manovra delle donne: considerate come oggetti di conquista da parte del maschio etero protagonista, le donne reagiscono alle scelte del seduttore in varie ambientazioni, come la caffetteria, l’ufficio, il bar. 

Il gioco sarebbe dovuto essere distribuito per Playstation 4, ma la Sony ha deciso di fermarne la produzione. 

Dynamic 2
 
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage