A Napoli in mostra 5 mummie di gatti dell'antico Egitto

Sono state ritrovate in diverse zone dell'Egitto, vennero uccise in onore degli Dei, 2500 anni fa

Uno degli esemplari in mostra

Uno degli esemplari in mostra

globalist 17 maggio 2017

Si tratta di cinque mummie di gatto di 2500 anni fa in mostra da domani alle 11 al Museo orientale "Umberto Scerrato" dell'Università degli studi di Napoli 'L'Orientale', a palazzo du Mesnil di via Chiatamone 62.
Si tratta di mummie che risalgono a 2500 anni fa, in un periodo compreso tra il 390 e il 170 a.C. La più lunga misura 56 centimetri, la più corta 31. Come specie, una è nilotica e le altre quattro libiche. All'interno ci sono scheletri di gattini uccisi, in onore delle divinità, in età compresa tra i 4 e gli 8 mesi.


Di questo genere di mummie, con la caratteristica dei tratti somatici dipinti a inchiostro, occhi rossi e neri, ce ne sono solo altre 25 in tutto il mondo. Questo però - riferiscono i promotori della mostra - è l'unico gruppo di mummie di gatto in Italia. E di una in particolare, che ha la caratteristica di un motivo decorativo raro (losanghe a spina di pese), esiste solo un'altra simile al mondo.