Top

Franceschini: i testi dei cantautori devono entrare nei libri di scuola

Lo ha detto il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, durante l'incontro con Patti Smith a Parma

Franceschini
Franceschini

globalist

5 Maggio 2017 - 15.09


Preroll

“I testi dei cantautori andrebbero insegnati nelle scuole perché sono una forma d’arte, e oltretutto le parole delle canzoni dei grandi artisti internazionali e italiani sono un pezzo della formazione culturale dei valori che hanno accompagnato intere generazioni”.
Lo ha detto il ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, durante l’incontro con Patti Smith al Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma, presso l’Abbazia di Valserena.
All’indomani della laurea ad honorem conferita alla cantante e poetessa americana e del concerto al Teatro Regio di Parma, il Csac ha infatti donato alla cantautrice alcune riproduzioni di foto inedite di Pier Paolo Pasolini scattate sui campi durante una partita di calcio, la passione di una vita dell’intellettuale italiano.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage