Top

Roma, una mostra celebra il grande regista Steno

L'esposizione è dedicata a Stefano Vanzina, uno tra i più eclettici talenti del cinema italiano.

Un Americano a Roma
Un Americano a Roma

globalist

2 Marzo 2017 - 19.19


Preroll

È tra i padri della commedia italiana e dal prossimo 12 aprile una mostra lo celebra in tutta la sua grandezza. È Stefano Vanzina, in arte Steno, tra i registi più talentuosi ed eclettici del paese, che ha regalato alla storia del cinema successi indimenticabili.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“Steno, l’arte di far ridere. C’era una volta l’Italia di Steno. E c’è ancora” questo il titolo dell’esposizine che si inaugurerà mercoledì 12 aprile alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma dove rimarrà fino al 5 giugno.

Middle placement Mobile

La mostra è prodotta da Show Eventi, in collaborazione con CityFest – il programma di eventi annuali della Fondazione Cinema per Roma presieduta da Piera Detassis, con il sostegno di SIAE e a cura di Marco Dionisi e Nevio De Pascalis.

Dynamic 1

L’esposizione è impostata sulla base del Diario futile, una vera e propria opera pop in cui Steno incollava ritagli di giornale, vignette, appunti e foto dei collaboratori e tratterà la filmografia del regista contestualizzandone il periodo storico, sociale e culturale in cui ha operato.

Ci saranno due sezioni: la prima, cronologica, tratterà l’infanzia e la formazione con i suoi esordi professionali nelle riviste, in radio e nel teatro. La seconda, tematica, analizzerà lo Steno nel privato e nel campo professionale: rapporti con la censura, sodalizi con attori e collaboratori, la famiglia e l’attività di scrittore. Durante tutta la durata dell’esposizione sono previsti incontri ludici e didattici aperti al pubblico e/o destinati a scuole e accademie dei settori cinematografici e teatrali, proiezioni di film e documentari legati a Steno, giornate dedicate agli archivi collaboranti. 

Dynamic 2

Una mostra ricca, che narra di un modo di far ridere puro, sano, disincantato. Grazie al materiale di famiglia – in accordo con i figli Enrico e Carlo Vanzina – e con la collaborazione degli archivi Istituto Luce, Rai Teche e Cinecittà, si ricostruisce la storia professionale e privata del regista. Dall’infanzia fino all’ultima opera cinematografica del 1988, si ripercorre la vita di Steno attraverso fotografie, cimeli, testimonianze, carteggi e materiali audiovisivi inediti. 

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage