Top

McCartney fa causa alla Sony, rivuole i diritti delle canzoni dei Beatles

Nell'ottobre del 2018 scadranno i 56 anni dei diritti. La multinazionale risponde: "Inutile e prematuro"

Paul McCartney
Paul McCartney

globalist

19 Gennaio 2017 - 19.42


Preroll

È iniziata la lotta musicale del secolo. Secondo quanto riportato da TMZ, Paul McCartney ha intentato una causa legale contro il colosso Sony/ATV Music Publishing. Il motivo sono i diritti d’autore su molti brani dei Beatles, composti tra il 1962 e il 1971, molti dei quali siglati da Macca con John Lennon. Si tratta di oltre 200 canzoni, tra cui “Love Me Do”, “All You Need Is Love”, “Hey Jude”. Sony detiene i diritti d’autore avendo acquistato il catalogo, nel marzo scorso.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Dopo essersi avvalso della copertura Sony per tutelare negli ultimi decenni il catalogo delle sue canzoni scritte per i Beatles, in vista della scadenza dei diritti nell’ottobre del 2018 il baronetto fa causa alla multinazionale e alla Sony/ATV Music Publishing per tornare completamente in possesso dei diritti delle sue canzoni.
La causa, depositata in una Corte distrettuale di New York, punta a «confermare la sua proprietà» delle canzoni, «la quale è a lui garantita dalla legge sul copyright degli Stati Uniti». La citazione contro la Sony/ATV fa anche riferimento ad altri ricorsi legali presentati da McCartney a partire dal 2008. 
I legali di McCartney fanno riferimento al Copyright Act del 1976 che stabilisce che i diritti per le opere realizzate prima del 1978 debbono ritornare ai loro autori 56 anni dopo la data del copyright originale: e nel 2018 saranno 56 anni da quando John Lennon e Paul McCartney cominciarono a scrivere insieme canzoni nel 1962. 
La risposta decisamente seccata della Sony non si è fatta attendere: “Sony/ATV ha il più alto rispetto per Sir Paul McCartney con il quale ha intrattenuto un lungo, amichevole e per entrambi fruttuoso rapporto, segnato sempre dal profondo rispetto per il ricco catalogo di canzoni firmate Lennon e McCartney.

Middle placement Mobile

Abbiamo collaborato da vicino per decenni sia con Sir Paul sia con i curatori del patrimonio di John Lennon per proteggere, preservare e promuovere il valore di lungo termine del catalogo. Siamo molto dispiaciuti che abbiano avviato questa causa che crediamo sia insieme inutile e prematura”.

Dynamic 1
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage
WebInterstitial Mobile