Top

Dylan rompe il silenzio: “Accetto il Nobel, è un grande onore”

“A Stoccolma vado...se posso” ha commentato il cantautore che rompe un riserbo durato settimane

Bob Dylan
Bob Dylan

globalist

29 Ottobre 2016 - 10.34


Preroll

Mi si nota di più se vengo e me ne sto in disparte o se non vengo per niente?”. A ripercorrere l’iter surreale che ha avvolto l’assegnazione del Premio Nobel per la Letteratura a Bob Dylan viene spontaneo citare Nanni Moretti e il suo Ecce bombo. Dopo settimane di silenzio, imbarazzante per l’Accademia di Stoccolma e naturale per lo schivo cantautore statunitense, e una quasi ammissione dello stesso Dylan sul suo sito web poi prontamente occultata, ecco che il musicista ha finalmente risposto, in una intervista in esclusiva al Daily Telegraph (qui), a chi chiedeva insistentemente se avrebbe accattato e ritirato il prestigioso riconoscimento.

OutStream Desktop
Top right Mobile

“A Stoccolma per il Nobel? Ci andrò… se posso”. Una risposta semplice e quasi disarmante che il quotidiano britannico è riuscito ad “estorcergli” dopo averlo raggiunto in Oklahoma, dove si trova in tournée, per parlare di una mostra di suoi quadri che aprirà la prossima settimana in una galleria a Londra. Una replica che non nasconde l’emozione – “Sono senza parole. È difficile da credere, chi si sognerebbe una cosa del genere?”e che fa tirare (forse) un sospiro di sollievo ai membri dell’Accademia che lo avevano apostrofato come “arrogante e maleducato” per non essersi mai reso disponibile dopo l’annuncio dello scorso 13 ottobre.

Middle placement Mobile
Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage