A Roma la serata di gala "Bagliori" contro l'infanzia negata

L'evento, promosso dall'associazione Donne ebree d'Italia, è stato realizzato con lo scopo di raccogliere fondi a tutela dei bambini in particolari scenari internazionali.

Infanzia negata

Infanzia negata

Dalla danza alla poesia in una serata di gala a favore dei bambini che vedono negati i propri diritti: si svolgerà giovedì 9 giugno, dalle 20.30 presso il Teatro Sala Umberto di Roma (via della Mercede 50) il Gala "Bagliori - Le luci dell'anima", spettacolo lirico-coreutico ideato da Brunella Bellini e curato da Cornelia Bujin.


L'evento, promosso dall'associazione Adei-Wizo (Donne ebree d'Italia), con il patrocinio di Roma Capitale, Cer (Comunità ebraica di Roma) e Ucei (Unione delle comunità ebraiche italiane), è stato realizzato con lo scopo di raccogliere fondi a tutela dell'infanzia in particolari scenari internazionali. "Bagliori-Le luci dell'anima", con la regia di Fabrizio Borelli e la consulenza del musicologo Lorenzo Tozzi, si propone come una serata unica all'insegna del dialogo tra la danza, protagonista dell'evento, e gli altri linguaggi artistici.


In particolare, si esibirà nella coreografia inedita di Mario Piazza, l'étoile Giuseppe Picone, mentre Maria Yakovleva, étoile dell'Opera Ballet di Vienna e Alessandro Riga, primo ballerino della Compania Nacional de Danza di Madrid, interpreteranno il famoso passo a due tratto da Giselle. L'interpretazione del percorso espressivo proseguirà con gli artisti internazionali, il soprano Hae Young Hyun e il tenore Daniele Penco. Faranno da cornice alla serata, le opere dell'artista finlandese Hannu Palosuo. A sottolineare i passaggi più intensi saranno gli attori David Sebasti e Arianna Ninchi che interpreteranno alcuni versi di Charles Baudelaire, di Percy Bysshe Shelley e di Pablo Neruda.