Le idiozie dei grillini su Muti

I grillini dicono che Muti è un paraculo che si agita come un epilettico: dunque Manzoni e Leopardi imbrattavano carte. Scimitarre e rivoltelle.

Federico Biscione 4 aprile 2013

di Federico Biscione


È un mondo confuso, il nostro: Muti paragona Grillo a Jago, e alcuni grillini rispondono che Muti sarebbe un "paraculo" che "si agita come un epilettico", e che per questo prende troppi soldi... (leggete qua) Come si fa a districarsi in un polverone simile? Innanzitutto dicendo che Muti non è uno che agita le braccia, è un direttore d'orchestra: anche questo è un mestiere, assolutamente vero. Checché ne dicano i grillini, un direttore d'orchestra, sappia o meno suonare uno strumento (e Muti il pianoforte lo suona bene, ma non importa), ha il suo bel da fare, che non consiste precisamente nel dimenarsi scompostamente per prendere soltanto lauti cachet.


Non dico che non ci siano di costoro, ce ne sono, ce ne sono (anche tra i giovani). Muti, però, non è uno di loro: si può essere più o meno d'accordo con le scelte stilistiche, musicali, artistiche, si può dire che il direttore d'orchestra è un'attività anche manageriale con una certa compromissione nei giochi di potere (soprattutto a certi livelli), ma dire che Muti è uno che si dimena è una cosa che equivale praticamente a dire che Leopardi e Manzoni imbrattavano carte (senza per questo paragonare Muti ai grandissimi citati).


Come si fa a discutere con costoro? Mi viene in mente una scena di un film con Indiana Jones nella quale una specie di turco con il turbante agita delle scimitarre contro Indiana per incitarlo al combattimento; Indiana tira fuori un revolver e lo fredda all'istante, senza pensarci due volte. Naturalmente il barbaro del caso è Indiana: contro uno che ti invita a un combattimento che ha le sue regole, le sue consuetudini, le sue intrinseche necessità che affondano le radici nei secoli, davvero basta una rivoltella e farla finita? Non credo, come non credo che sia possibile essere d'accordo con i grillini che parlano in questo modo di Muti, dimostrando un'ignoranza che definire paradossale è poco.


Così, siamo nudi di fronte alle rivoltelle verbali dei grillini, così come lo è l'occidente umanizzato di fronte alle Torri Gemelle, o di fronte all'Olocausto: varie misure, declinazioni, versioni e varianti di una inumanità che ci assedia, di fronte alla quale la civiltà (che è tale proprio perché ripudia l'uso della violenza bruta), ha armi molto deboli. Come le scimitarre contro le pistole.