La figlia del Papa: Dario Fo racconta Lucrezia Borgia

Esce il nuovo libro del premio Nobel, che mostra da una nuova prospettiva la vita della Borgia, una donna che non voleva essere manipolata.

Desk3 23 marzo 2014
Una Lucrezia Borgia come non l'avete mai vista. Una donna capace di cambiare uomini come se fossero abiti, attraendo tra le sue braccia anche Pietro Bembo. Dario Fo racconta la vita dell'avvelenatrice, esempio di 'amazzone' d'altri tempi, indomata e indomabile, nel suo libro "La figlia del Papa" che sarà in libreria il 10 aprile nella nuova collana 'Narrazioni' di Chiarelettere.



Una tragedia grottesca, come la definisce lo stesso autore, che riporta alla luce la storia di una Lucrezia Borgia, personaggio che ha sempre attirato su di sé molta curiosità, tanto che sulla sua figura sono stati scritti molti altri libri e recentemente anche una fiction per la televisione. Ma Dario Fo ha fatto qualcosa di più, ha cercato il vero, come dice lui stesso in un'intervista: "Quando ho cominciato a scrivere non pensavo a un romanzo. E' venuto fuori un libro che si muove sul dialogo. I personaggi parlano, interagiscono, litigano fra loro. Non ho fatto altro che cercare la verità".




Il libro, le cui pagine sono 'addolcite' dalle illustrazioni dello stesso Fo, vede Lucrezia Borgia come il simbolo della donna che incorruttibile, che non vuole essere manipolata, scavando in segreti fino ad oggi celate nel silenzio delle mura vaticane.