Top

Al Cairo, il panarabismo dietro un caffè

Le influenze occidentali trasformano nel 900 la letteratura egiziana. Dal nazionalismo, il realismo letterario e nuove idee politiche nasce “Al-Karnak” di Mahfùz.<br>

<picture> Al Cairo, il panarabismo dietro un caffè </picture>

Redazione

30 Novembre 2013


Preroll
di Cristina Micalusi

Roma, 30 novembre 2013, Nena News – Il romanzo uscì per la prima volta nel mondo arabo durante il XX secolo, quando si ebbe la consapevolezza che le tradizionali forme letterarie erano inadeguate a riflettere i profondi cambiamenti politici e sociali che si stavano verificando nel Vicino Oriente.

OutStream Desktop
Top right Mobile

In quel tempo i territori che ne facevano parte erano sotto il controllo dell’Impero Ottomano, ma che non controllava tutte le differenti popolazioni che vi abitavano. Infatti dopo la spedizione di Napoleone (1798-1801), l’Egitto ottenne, con una serie di lotte, una sostanziale indipendenza dal Sultano di Istanbul. Allo stesso tempo le potenze europee cominciarono ad interessarsi politicamente ed economicamente al Vicino Oriente: la Francia occupò l’Algeria nel 1830, e Aden divenne colonia britannica nel 1839.

Middle placement Mobile

In Egitto l’Inghilterra divenne sempre più influente per il fatto che il bilancio egiziano fortemente passivo a causa delle sempre maggiori spese per modernizzare il Paese costrinse il Khedive a chiedere aiuti sempre più consistenti alla Gran Bretagna. Grazie a questo contatto si diffusero nuove idee e nuovi movimenti: il nazionalismo teso alla liberazione del proprio Paese e il modernismo inteso come ritorno ai principi originali dell’Islam senza rinunciare alla tecnologia moderna.

Dynamic 1

Questo fermento di idee determinò fra gli intellettuali arabi, sia in Egitto che nella zona siro-palestinese, dibattiti e analisi con l’inizio della Nahda, la rinascita araba. Allo stesso tempo il contatto con l’Europa rivelò generi letterari nuovi, quali appunto il romanzo, la novella e il teatro, sconosciuti al mondo arabo, ma più consoni alla nuova società di quanto non fosse la letteratura araba classica. L’atteggiamento verso il nuovo era così negativo che quando nel 1914 il giovane avvocato egiziano Muhammad Husain Haikal pubblicò Zainab, il primo vero romanzo arabo, preferì celarsi dietro uno pseudonimo.

Negli anni seguenti la situazione cambiò, il pubblico fu sempre più disposto a recepire sia le nuove forme letterarie sia i nuovi argomenti, grazie anche alla stampa che diede spazio a numerose riviste e alla pubblicazione di novelle e romanzi a puntate. Il diffondersi del nazionalismo indusse gli scrittori egiziani ad abbandonare i temi storici per dedicarsi alla realtà circostante. La narrativa degli anni Trenta ha come soggetto la vita quotidiana del Cairo, i mali fisici e morali delle classi meno abbienti.

Dynamic 2

Soltanto dopo la Seconda Guerra Mondiale, con la diffusione di idee socialiste, gli scrittori egiziani, dopo aver spostato l’attenzione dalle classi più povere alla borghesia di cui sono figli, passano ad una rappresentazione realistica del mondo cairota, che è una denuncia della situazione politica e sociale. È in questi anni che si afferma Naguib Mahfùz.

Al-Karnak fu terminato nel 1971, poco dopo la morte del presidente Abd an-Nasir, ma fu dato alle stampe nel 1974 dopo il successo degli egiziani su Israele nel 1973. Mahfùz narra la storia di un gruppo di studenti universitari che si incontrano al al-Karnak, uno dei tanti piccoli caffè del Cairo, prima del 1967 fino alla crisi politica e spirituale che seguì alla “guerra dei sei giorni”.

Dynamic 3

Qui è il narratore che parla in prima persona e costruisce una realtà dalle diverse sfaccettature. Così solo alla fine della narrazione si ha un quadro completo di ciò che è accaduto. L’intreccio è stato costruito in maniera coinvolgente per raccontare non solo una storia particolare, ma più in generale quella dell’Egitto.

A differenza di altri suoi romanzi realisti, Mahfùz non descrive in modo approfondito i caratteri dei personaggi. I frequentatori del caffè esistono tranne Qaranfula, l’ex ballerina padrona del locale, la rappresentazione di una fase storica egiziana. È la Storia non l’Individuo che ha bisogno di essere narrata, capita e ricordata affinché l’Uomo possa trovare, nonostante ciò che è accaduto, sia sul piano personale che su quello nazionale, una via per uscire dal tunnel in cui si trova.

Dynamic 4

Naguib Mahfùz nasce al Cairo nel 1912 da una famiglia piccolo borghese. Comincia a scrivere novelle fin dal 1936. Dopo aver dato alla stampa tre romanzi ambientati in epoca faraonica, nel 1945, scelse il metodo realista dando inizio ad un periodo più fecondo della sua attività. È stato anche editorialista del celebre quotidiano al-Ahram. Nel 1988 ricevette il Nobel per la Letteratura. Si è spento nel 2006 a 94 anni dopo aver speso tutta la sua vita a raccontare l’Egitto nelle sue molteplici sfaccettature. Nena News

Titolo: Il Caffè degli Intrighi

Dynamic 5

Titolo originale: al-Karnak

Autore: Naguib Mahfùz

Anno: 1990

Editore: I tascabili Ripostes

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage