Top

Brignano non torna in tv, solo cinema e teatro

A settembre riprenderà le riprese di Ci vediamo domani, poi sarà la volta di Chance de ma vie. Dal 10 agosto torna in scena con Tutto suo padre. In tv solo con uno show suo.

Brignano non torna in tv, solo cinema e teatro

redazione

6 Agosto 2012 - 17.44


Preroll

Solo cinema e teatro per Enrico Brignano, che di tornare in tv proprio non ha voglia, se non con uno show tutto suo. L’artista romano racconta i suoi impegni e fa sapere che ha dovuto dire no, almeno per adesso, al suo grande amico Pippo Baudo: ”Mi ha
appena chiamato pure Pippo per questa cosa di ‘Zelig’. E’ vero,
me l’hanno proposto, cosi’ come di continuare ‘Le jene’. Ma tra
la tournèe e un nuovo film a ottobre, per la tv ora non c’è
tempo”.

OutStream Desktop
Top right Mobile

Tra poco riprenderà le
ultime riprese di ‘Ci vediamo domani’, il film di Andrea
Zaccariello in sala dal 31 ottobre in cui interpreta Marcello,
40enne vittima del gioco che dopo un matrimonio fallito,
stritolato dai debiti e colpevole pure di aver fatto venire il
crepacuore alla nonna giocandosi casa, punta alla fortuna
‘facile’ aprendo un’agenzia funebre in un paesino dove vivono
solo novantenni. E da ottobre comincierà le riprese di un altro film, con la regia di Alessio Federici,’Chance de ma vie’. Sul cinema italiano dice: “vorrei che il cinema italiano provasse a fare anche qualcosa di
più che ‘due camere e cucina’. Dopo Leone nessuno ha azzardato
più nulla”.

Middle placement Mobile

E poi dà appuntamento a Terracina, dove si vedrà con Pippo Baudo e dove si terrà il debutto del tour estivo di
‘Tutto suo padre’, lo show omaggio alla famiglia e alla memoria
del padre, che Brignano ha portato quest’inverno nei teatri
d’Italia e con cui ora punta alle folle delle arene.
”Per l’estate lo abbiamo arricchito di 10 ballerine,
l’orchestra dal vivo e le coreografie di Bill Goodson – racconta
– Ho fatto un calcolo: il biglietto diviso al durata viene 12-13
euro l’ora. Meglio di una colf. E poi è nei momenti di crisi
che abbiamo piu’ bisogno di sorridere. Pensate
all’avanspettacolo con Rascel e Petrolini in tempo di guerra. La
gente ha bisogno di trovare la forza per sperare nel domani”.

Dynamic 1

Native
Box recommendation

Articoli correlati

Outofpage