"Il mio nome è Alzheimer", il film che raccoglie le storie dei malati

Il docufilm di Raffaella Regoli e Antonello Sette sarà proiettato al Campidoglio alla presenza di Virginia Raggi e Nicola Zingaretti

Il mio nome è Alzheimer

Il mio nome è Alzheimer

GdS 20 settembre 2019Giornale dello Spettacolo
"Il mio nome è Alzheimer" è un docufilm realizzato da Raffella Regoli e Antonello Sette in cui per la prima volta sarà possibile ascoltare la testimonianza diretta di persone colpite dall'Alzheimer. Il film sarà presentato venerdì 20 settembre alle ore 9 in Campidoglio e sarà presente anche ai Festival di Roma e di Torino. 


Il trailer sarà proiettato nella Sala della Promoteca, in apertura della celebrazione della XXI giornata mondiale dell’Alzheimer. Saranno presenti il sindaco di Roma Virginia Raggi e il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Veri protagonisti del film sono i malati, residenti e ospiti diurni della struttura, che raccontano in prima persona spezzoni di vita, di felicità, di dolore e di speranza. Persone coraggiose che affrontano ogni giorno la perdita della propria storia e della propria identità.




All’interno del Villaggio Emanuele, struttura gratuita intitolata al Presidente onorario della Fondazione Roma Emmanuele Emanuele, i malati sono accompagnati soprattutto dalla “cura dell’amore”, come ripetono gli operatori, che è il filo conduttore del docufilm. La vita quotidiana degli ospiti è raccontata in tutti gli aspetti: la musica, la danza, il teatro, la pittura, la palestra, il bar, il parrucchiere, la spesa al minimarket, i pasti; ma anche i rapporti commoventi con amici e parenti che non hanno mai smesso di amarli.